Login Join IOPS

1° incontro nazionale di IOPS ITALIA - SOCIETA' PARTECIPATIVA: come è andata?

forest
  • Written by:
  • Published on:
  • Categories:
  • Comments:
  • Share:


Si è tenuto nei giorni 28 e 29 Settembre 2013 il primo incontro nazionale di "IOPS Italia - Società Partecipativa" allo scopo di:


_verificare la partecipazione degli iscritti alla sezione italiana,


_stabilire le linee d'azione dei prossimi mesi,


_valutare le prospettive del sito Znetitaly.org e più in generale dell’informazione in rete,


_mettere a fuoco le prospettive di sviluppo delle relazioni con gli iscritti a IOPS negli altri paesi del mondo.


La “International Organization for a Participatory Society” è una entità che raccoglie partecipanti in quasi tutti i paesi del mondo iscritti al sito http://www.iopsociety.org. ;


Ad essa si affianca la comunità che ruota attorno al portale statunitense Zcommunications (www.zcommunications.org): il magazine e la community di notizie, opinioni, forum e risorse per l'alternativa. 


Znetitaly (www.znetitaly.org) ne è il corrispondente italiano, dove vengono pubblicati giornalmente articoli di alto profilo culturale, sociale ed economico, spesso estratti e tradotti da fonti di informazione indipendenti e pressocché ignorati dai media generalisti. 


Abbiamo ritenuto di organizzare questo 1° incontro nazionale perché i rapporti umani non possono essere superati dalla funzionalità della tecnologia: per attivisti come noi che al momento operano principalmente in modalità virtuale, poter esprimere e confrontare fisicamente pensieri e prospettive con i propri compagni di viaggio è fondamentale per cementare le relazioni e dare corpo all'organizzazione.


Il motivo di fondo che ci ha mosso a questo primo incontro è la volontà condivisa di proporre "IOPS Italia - Società Partecipativa" e la sua teoria come un punto di partenza per realizzarne la mission sul territorio, adattando e sintetizzandone il pensiero per condividerlo in un confronto aperto con il maggior numero di persone possibile, coinvolgendole anche solo su una parte del progetto o su specifiche tematiche. 


Riteniamo doveroso tentare di incidere positivamente nella società proponendo informazioni e chiavi di lettura alternative, allo scopo di mettere le persone in condizione di essere più libere e consapevoli.  


I lavori si sono sviluppati per punti che riassumiamo qui di seguito: 


Il gruppo intende periodicamente aggiornare il blog di ⦁ http://www.iopsociety.org:


a. con brevi post su temi di politica, società, cultura ed economia  esclusivamente italiani che servano ad avvicinare alle realtà locali i concetti di una economia e di una politica partecipative, con riferimenti a casi concreti di progetti già in corso risaltandone gli aspetti solidali e alternativi,


b. con brevi post per presentare la traduzione italiana dei singoli capitoli di "Occupy Theory" (e a seguire "Occupy Vision"), sintetizzandone il contenuto in brevi abstract di apertura che rimandino con apposito link alla lettura dell’intero capitolo.


c. e consentire una maggior fruibilità ai post suddetti creando una sezione IOPS Italia anche su c. http://www.znetitaly.org.


Presentare "IOPS Italia - Società Partecipativa" in concomitanza di eventi e/o in spazi politici/autogestiti spiegandone i programmi, offrendo collaborazione, scambiando idee e aprendo dibattiti fruibili dal grosso pubblico. 


Partecipare alle iniziative di protesta (vedi No Tav, No Muos...)  in corso sul territorio presentandosi come rappresentanza "IOPS Italia - Società Partecipativa" e dando visibilità al programma. 


Inviare a tutti gli iscritti un manuale d'uso con  istruzioni per consentire a tutti, anche ai meno attenti, di poter usufruire completamente delle opportunità offerte dai siti ⦁ http://www.iopsociety.org e ⦁ http://www.znetitaly.org, facilitando così la partecipazione con commenti, propri articoli o traduzioni inedite.


Preparare e testare format seminariali di formazione: 


_alla vision partecipativa,


_alle competenze per il lavoro di squadra,


_alle procedure decisionali collettive,


 


nell'ipotesi di strutturare "IOPS Italia - Società Partecipativa" come "agenzia per il cambiamento" sul modello di organizzazioni come "Change Agency" (⦁ http://www.thechangeagency.org),


 


Conclusione :


IOPS ITALIA pertanto si propone come uno strumento di proposizione, di discussione, di coordinazione, di elaborazione critica e di solidarieta' tra tutti coloro che intendono cambiare questa societa' in senso partecipativo e libertario.


Riteniamo che questo incontro sia stato fondamentale e propedeutico ad altri incontri futuri che dovranno fornire gli strumenti operativi e le chiavi di lettura perché la vision partecipativa possa diffondersi e realizzare un'alternativa di sistema. 


Tra passato e presente ci possono essere spazi per costruire i cambiamenti? 


La società in cui viviamo tende a lasciarci nell'immobilismo, nell'egoismo, nella solitudine  spingendoci verso la competizione, il consumismo e la tecnologia fine a se stessa. E’ questo che serve a noi e alle generazioni future ? 


Possiamo riprenderci la nostra vita? 


Abbiamo una responsabilità in ciò che accade o siamo solo ospiti di passaggio?



Discussion 2 Comments