Login Join IOPS

C'È NESSUNO ?

forest
  • Written by:
  • Published on:
  • Categories:
  • Comments:
  • Share:

Ciao a tutti,

dopo molti dubbi dovuti all'assenza di "attività" in lingua italiana sul sito, ho deciso lo stesso di entrare a far parte di IOPS. Giustamente (ma non per me) un bel "e chissenefrega" sarebbe quasi una risposta adeguata al quesito, non fosse altro che ho fermamente intenzione di capire bene con chi devo aspettarmi di aver a che fare, ovvero se il gruppo italiano sia una specie di setta, ristretta cerchia di pochi eletti o, più coerentemente, un gruppo di persone, sebbene disorientate e sperdute nella penisola, ancora in linea con le aspettative minime per contribuire alla creazione di una società partecipativa: comunicare, confrontarsi, ecc..

Pace, Paix, Peace, Salam, Shalom..

Discussion 5 Comments

  • Alessandro De Luca 9th Nov 2014

    Guarda, su IOPS ci sono stati vari tentativi di organizzare riunioni anche nazionali, ma credo che il sito più che per l'attivismo spicchi per lo scambio di informazioni. Io vi partecipo non come militante (sono di Latina, una città in cui le idee di democrazia partecipativa non esistono) ma ho costituito un progetto in cui cerco di far conoscere un mio libro su "Socialismo e autogoverno" che ho scritto qualche anno fa. Di più non riesco a fare ed uso il sito per leggere ed informarmi.

    • Carlo Pifferi 9th Nov 2014

      Condivido sia gli obiettivi che la policy dell'organizzazione e proprio per questo ho capito che ha poco senso considerarsi l' attivista di un modo più umano di vedere il futuro; forse risiede proprio nel fraintendimento di questo e di una serie di principi che ne derivano, lo scarso successo nell' Italia del classimo sociale bifrontale. Comunque la tua risposta non mi ha affatto deluso, anzi era quello che speravo di sentire.

  • Alex of... 11th Nov 2014

    penso che gli obiettivi iniziali di IOPS per stabilire un'organizzazione basata su incontri locali (o capitoli) non erano realistiche. l'idea era che i gruppi locali discutere e sviluppare una strategia, dopo lo stabilimento. questo avrebbe portato ad una convenzione per stabilire ulteriori obiettivi.

    è molto evidente che ci sono alcune persone che possono trovare altre persone a livello locale a lavorare con questa idea, e alcune persone che non possono. così IOPS non dovrebbe essere limitata da quella idea iniziale. e oltre a questo, ci sono molti modi per contribuire alla creazione di una società più inclusiva. IOPS dovrebbe quindi trovare modi migliori per essere più inclusiva.

    Esso dovrebbe includere le persone che sono attivisti, scrivere libri, costruire imprese cooperative e comunità e progetti, sono ecologisti, sono artisti, hanno limitato nel tempo, sono alla ricerca di informazioni, stanno cercando di connettersi con gli altri, si concentrano su un settore che è in relazione. questo dovrebbe avere ogni considerazione di ciò che ogni persona può contribuire, e dovrebbe anche essere rispettoso delle circostanze in ogni località e cultura sociale.

    vi è un dibattito in corso su come modificare il formato del sito web, ed altri per migliorare i documenti e il processo di adesione organizzative. questi sono tutti molto legati. Penso che se IOPS è quello di diventare più utile e proseguire in avanti, quindi l'idea di gruppi locali dovrebbe essere solo una considerazione che è applicabile. ci deve essere molti modi di applicare sforzi individuali e collegare. non esistono molto bene in questo momento queste opzioni. modificare la struttura del sito web può aiutare. ma, ci sono alcune decisioni da prendere circa l'idea o programma iniziale. questo è il mio parere, almeno.

  • Carlo Pifferi 11th Nov 2014

    Sì Alex, ho letto il dibattito per modificare il formato del sito web ma sinceramente non mi sono sentito in grado di esprimere nessun giudizio visto che sono appena arrivato.
    Tuttavia non ho potuto fare a meno di lanciare una "chiama" per sapere quanti miei concittadini hanno voglia di discutere i problemi locali, cioè italiani, su un terreno ancora da coltivare come lo è il sito di IOPS e dove, a differenza dei social abituali, si può stabilire un confronto costruttivo su basi ideali comuni anche se uno non deve per forza aspettarsi uno sterile coro di consensi o di insulti.
    Apprezzo il tuo parere ed accetto la critica riguardo il rispetto che è dovuto a circostanze e contingenze delle singole persone, ma preferisco continuare a cercare qui degli interlocutori seri piuttosto che altrove. Fiché c'è vita c'è speranza.

    • Alex of... 11th Nov 2014

      non ci dovrebbero essere problemi ad esprimere le vostre opinioni. la quantità di tempo speso per IOPS non dovrebbe essere un ostacolo. le intenzioni sono l'elemento importante.

      credo che sia importante che si sta guardando la vostra circostanza locale. è anche importante che si condivide con gli altri che a livello internazionale. Credo che molte altre circostanze e le capacità sono rilevanti anche per l'inclusione. questi dovrebbero sostenersi a vicenda. la mia speranza è che la vostra preferenza diventa più forte da questa, e viceversa.